Salve giovani, la mia passione per il ballo e per la musica è indubbio, ma sono certo che non vi ricordate di tutti i miei consigli musicali! E questo è un male: la musica dà gioia, accompagna momenti importantissimi della nostra vita, ci dà emozioni e ci suscita sentimenti meravigliosi, ma è anche un ottimo accompagnamento mentre siamo impegnati nella lettura. Attraverso la musica giusta possiamo assaporare meglio le parole che affiorano sulle pagine e visto che conosco la vostra inerzia nell’andare a cercare le musiche giuste, ecco qui tutti i miei consigli!

Per Ti prego, rispondi – K. e S. Immonen il consiglio è la splendida Sinfonia n° 5 del maestro Beethoven.

Per la commovente La casa di Paco Roca niente di meglio che la delicatezza del Bolero di Maurice Ravel.

Per accompagnare la vita di Gabo di O. Pantoja, M. Bustos, F. Camargo, T. Cordoba, J. Naranjo. invece consiglio la spumeggiante Rapsody in Blue di George Gershwin.

Il freddo clima di Blankets di Craig Thompson sarebbe giusto accompagnarlo con La moldava di Bedrich Smetana.

Gli inseguimenti, le sparatorie di Vietato leggere all’Inferno di Roberto Gerilli si confanno benissimo a Roundtable Rival di Lindsey Stirling.

La crudeltà di Darwin, G. A. Gualtieri – A. Moroni può essere accompagnata solo da qualcosa di altrettanto “crudo”, dunque signori: Black Sabbath dei Balck Sabbath.

Per la particolare azienda descritta in Alla corte del Re Cremisi da Elia Gonella invece la canzone giusta è Welcome to the Machine dei Pink Floyd.

Assurdi poteri, acqua, azione si mescolano in Aqualung di J. Paliaga e F. Carlomagno  e voi metteteci anche un po’ di Poison (Alice Cooper).

La trama struggente e particolare de La donna in bianco si sposa benissimo con l’adagio del concerto de Aranjuez.

Gli insetti preferiscono le ortiche  di J. Tanizaki vi farà immergere in un oriente lontano e particolare come la Losing Consiousness di Mitsuhiro Kaneda.

Un intenso racconto sulla malattia e sul legame tra madre è figlio e quello che troverete leggendo L’invenzione della madre di Marco Peano, per cui consiglio l’ascolto di Mother dei Pink Floyd.

Le due metà della luna di Marco Rocchi e Francesca Carità è un dolcissimo fumetto che attraverso una leggenda sul nostro satellite, insegna l’importanza di arte e cultura ed in nome della luna e della sua ispirazione consiglio: Clair de Lune di Claude Debussy.

L’una e l’altra di Ali Smith è la storia di due ragazze particolari che hanno un grande amore per l’arte, per questo il consiglio cade su Sonata Duodecima della musicista seicentesca Isabella Leonarda.

Quando Carla ha parlato della sua prima graphic novel per Tunuè, ne Il mio primo Tunuè, che vi lascio scoprire da soli quale sia, ha tirato fuori uno dei nostri gruppi preferiti: i Led Zeppelin con la loro meravigliosa No quarter.

Scelta pop come il libro in questione per Maria Accanto di Matteo B. Bianchi, che parla dell’apparizione particolare della Vergine ad una ragazza milanese. Il brano scelto è God made you beautiful di Beyoncè.

Per la storia della piccola Cece di Supersorda! di Cece Bell abbiamo scelto le melodie del sordo più famoso di sempre, il caro Beethoven e la sua sonata per Piano n°5 Allegro.

Il corpo che vuoi di A. Kleeman è stata una bellissima lettura rivelazione del 2017, particolare, visionario libro che parla di A e del suo corpo, del suo rapporto turbolento con gli altri, che mi ha portato ad accoppiarlo con una canzone difficile e significativa come The Final Cut dei Pink Floyd.

Gilgi, una di noi di I. Keun parla della fantastica Gilgi e della sua autonomia, del suo amore distruttivo per Martin e del suo epilogo tragico, ma aperto. Una donna forte e rivoluzionaria come Mamie Smith e la sua Crazy Blues.

La storia d’amore, guerra e tolleranza di Non stancarti di andare di Radice – Turconi c’insegna tanto, così ad aprire i nostri cuori insieme a questo libro c’è anche la splendida Imagine di John Lennon.

George Hautecourt

Annunci