Il racconto del dottor Glas di Soderberg edito da Lindau ha la capacità di trasportare il lettore lontano. Scritto nel 1905 riesce a far sì che il lettore si trovi in un’altra epoca grazie allo stile prezioso ed articolato, ma assolutamente non pesante o eccessivamente antiquato.

Siamo a Stoccolma e più che farci vedere i luoghi, l’autore ci mostra dei caratteri. Le descrizioni dei personaggi che appaiono in questo libro sono vivide, esatte ed è facile empatizzare.

L’autore scrive questo racconto sotto forma di diario in cui Tyko Gabriel Glas è alle prese con una particolare richiesta: una donna chiede di aiutarla perché subisce abusi dal marito, che è fra l’altro il prete della città. Vogliamo ricordarvi che l’opera è del 1905, ma Sodeberg nascosto dietro le parole del Dott. Glas, è di una modernità sconcertante.

wp_20170717_15_13_50_pro.jpgLe pagine sullo stupro, sul rispetto della donna e della sua volontà farebbero impallidire alcuni ignoranti maschilisti di oggi, figurarsi come pagine di così grande avanguardia fossero giudicate a quel tempo, quando la donna era solamente vista come una proprietà e gli abusi e le violenze familiari erano all’ordine del giorno. Ovviamente l’autore fu aspramente criticato per questo libro che non solo ci offre pagine di sconcertante attualità sulle violenze all’interno della vita matrimoniale, ma tocca altri temi delicati e pericolosi come il tradimento, l’omicidio, con accenni anche all’aborto.

È molto difficile parlare di questo libro senza sviscerare la trama, quindi se volete leggerlo senza sapere nient’altro è ora di interrompere la lettura, se invece non temete rivelazioni continuate.

Glas essendo medico si trova a dover fronteggiare varie richieste: una signora gli chiede di aiutarla ad abortire, ma non accetta, mentre non riesce a rimanere indifferente alla richiesta della signora Gregorius, seguono così pagine sul comportamento migliore da tenere nel caso si sa o si assiste ad una violenza con una brevissima disamina anche sulle leggi svedesi. Ciò che ne risulta è un quadro drammatico per le donne vittime di abusi visto che possono essere difese solo dal marito o da familiari stretti, ma quando sono proprio padri, fratelli, mariti a commettere tali atti come comportarsi?

Glas prova in tutti i modi di allontanare l’uomo dalla moglie, ma quando la signora Gregorius lo informa di una nuova violenza Glas passa al peggio per poter tener fede alla promessa fatta. È da questo momento che il diario cambia registro, se fino a qui avevamo conosciuto un malinconico e solitario giovane professionista che riportava solamente gli incontri avvenuti allo studio o discorsi, ora abbiamo tra le mani gli scritti di uno stratega che con abilità organizza il necessario per eliminare il nemico, ma in un piano così prodigioso si nascondono tutte le fragilità di Tyko che irrompono dopo l’uccisione di Gregorius. Il terrore di essere scoperto si trasforma quasi nel bisogno di essere scoperto, nel bisogno di rivelare a qualcuno la portata delle sue azioni. La scrittura di Sodeberg si fa qui veloce e nervosa, mostrando al lettore l’enorme peso dell’omicidio che Glas non riesce a sostenere.

Il benessere della signora Gregorius valeva davvero la vita di suo marito?


Il link rimanda alla pagina del prodotto su amazon a cui siamo affiliati, se volete comprare i libri e sostenere noi ed il nostro blog sarebbe un ottimo metodo e vi ringraziamo in anticipo!

Vi ricordiamo che siamo anche qui: Tararabundidee su facebook e instagram ❤

Annunci