Abbiamo avuto l’onore di essere presenti all’incontro con Annie Ernaux al Salone Internazionale del Libro di Torino quest’anno in occasione dell’uscita in Italia grazie a L’orma di Memoria di ragazza, sentirla parlare prima di leggere il suo libro ci ha in qualche modo preparati ed aiutati a capire meglio il significato che questo romanzo ha per l’autrice stessa.

Della Ernaux avevamo già letto Gli Anni e in Memoria di Ragazza ritroviamo la stessa voglia di spersonalizzazione dell’autrice. Nel romanzo premio Strega europeo 2016 non c’è un io, ma un noi, una memoria collettiva, vagliata da alcune foto che ritraggono l’autrice: unico momento di personalizzazione ed individualità. Anche qui abbiamo delle foto che mostrano al lettore una ragazza vissuta a cavallo tra il ’58 e il ’62, anche qui le foto ritraggono l’autrice ed ugualmente non c’è un io.

“Non costruisco un personaggio di finzione. Decostruisco la ragazza che sono stata.”

Chi viene descritta in questo romanzo è una lei, un’altra, un’estranea da cui l’autrice si dissocia. Mentre ne Gli anni l’io scompariva per la necessità di narrare la storia di una popolazione intera e la spersonalizzazione era volta a far sì che tutti si potessero meglio immedesimare nel racconto; in Memoria di ragazza l’io scompare per motivi più intimi. L’autrice di oggi rinnega quella ragazza, si vergogna di lei, si vergogna di non essersi vergognata in tempo e la scrittura diventa allora veicolo di redenzione, è l’unico modo per raccontare di quella ragazza, per dar vita e voce a quella vergogna accumulata per anni. Annie è una diciottenne alla prima esperienza lontano dai genitori, vorrebbe conquistare il mondo e gli uomini in particolare. Si ritroverà a scoprire un mondo nuovo: quello della sessualità, ad avere libertà e conoscenze che la vita di provincia non poteva darle. Si troverà terribilmente male. Chi è Annie in fondo? Nessuna. Una ragazza banale e ridicola su cui gli altri focalizzeranno la propria attenzione solo per offese ed insulti. Chi è Annie in fondo? Un bersaglio, anzi il bersaglio della comitiva della colonia. Chi è Annie? La puttana della domenica.

Ma lei davvero sembra non accorgersi di ciò che le succede, tutto le va bene, ogni cosa sembra perfetta e meravigliosa, niente può distoglierla dal suo obbiettivo principale: conquistare H, diventare la ragazza perfetta per lui, farsi desiderare da lui. Le offese e le umiliazioni sono un giusto prezzo da pagare per il tanto ambito premio. Il futuro di Annie dopo la colonia è quello di perseguire questo obbiettivo, compie una metamorfosi, cambia completamente perché deve diventare la ragazza che potrebbe conquistare H. Ma questi cambiamenti a cosa porteranno? Annie sarà soddisfatta delle sue scelte?

WP_20170623_17_08_17_Pro

L’Annie di oggi, l’Annie Ernaux che scrive rinnega quella ragazza, vede le sue azioni dell’epoca come un peso, un’onta che si porta dietro da tanto, troppo tempo.

Memoria di ragazza è un diario di gioventù, ma soprattutto è una catarsi. Tutti gli atti della ragazza del ’58 e ciò che da essi ne è scaturito sono mesi al bando, sono dati in pasto ai lettori. L’autrice sente il bisogno bruciante di raccontare di quella ragazza, delle sue umiliazioni, della sua stupidità, delle conseguenze delle sue azioni ma nonostante sviscerarsi così non è facile per nessuno, solo in questo modo l’autrice può finalmente liberarsi dai segreti, da quella vergogna che si porta dietro.

Memoria di ragazza è un libro pesante, non in senso negativo: è un libro che pesa, che ha un grande valore. Il lettore sente la liberazione che la scrittura ha dato all’autrice, ma ancora di più ne percepisce la vergogna e allora si guarda intorno, si guarda dentro: scorge i suoi scheletri nell’armadio, la sua di vergogna. Per un motivo o per un altro siamo tutti la ragazza del ’58 e Annie Ernaux riesce a tirare fuori da ognuno di noi i segreti più reconditi.

Leggete Annie Ernaux per riscoprirvi e liberarvi.

 


I link rimandano alla pagina dei prodotti su amazon a cui siamo affiliati, se volete comprare i libri e sostenere noi ed il nostro blog sarebbe un ottimo metodo e vi ringraziamo in anticipo!

Vi ricordiamo che siamo anche qui: Tararabundidee su facebook e instagram ❤

 

Annunci