Ricerca

tararabundidee

"Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c'era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l'infinito. Perché la lettura è un'immortalità all'indietro."

Mese

Maggio 2017

Giardino d’inverno, R. Dillies – G. La Padula.

Giardino d’inverno è una graphic novel di Renaud Dillies, disegnata da Grazia La Padula edita in Italia da Tunuè nella collana Prospero’s Books Extra.

Già dalla copertina possiamo intuire quanto freddo e quanta solitudine ci sia in questo fumetto, inoltrandoci nella lettura conosciamo Sam, uno di noi, un ragazzo che vive da solo, con i genitori lontani con cui non ha un bel rapporto, uno che lavora tutto il giorno e che alla fine si ritrova sempre solo (tranne quando c’è Lily, ma anche con lei, il rapporto non è così definito).

È una storia di quotidianità, fatta di rapine, brutti sogni, disavventure, morti, ma soprattutto è fatta di solitudine. Sam ha un bisogno immenso di dialogare e di sentirsi a casa e cerca in ogni modo di stare in compagnia, di allontanare la solitudine. La situazione non sembra migliorare, anzi sembra andare sempre peggio e questo è anche sottolineato da una palette di colori freddi e chiari. Il cielo è sempre plumbeo, le giornate piovose, i personaggi con cui Sam ha a che fare sono sempre arrabbiati, cupi ed anche quando Sam si chiude in casa c’è sempre qualcosa che non va, come ad esempio un gocciolare continuo, costante, che gli scandisce il tempo e non lo lascia dormire. giardinoSembrerebbe che non ci sia via d’uscita, fino a che non girate pagina e non vi trovate davanti ad uno scenario che non solo cambia il corso della storia, ma che è un piacere per gli occhi e vi scalda il cuore: la tristezza e la freddezza delle pagine precedenti è spazzata via da colori vivaci ed avvolgenti, c’è il sole in casa, Sam sorride, qualcosa è cambiato.

 
Siamo di fronte ad una produzione delicata, elegante, ma soprattutto emozionante. È una storia che parla di ognuno di noi e lo fa toccando le corde giuste. È un fumetto breve, ma che ci ha tanto emozionati. Nella vita tutto può succedere e da qualcosa d’insignificante può nascere qualcosa di nuovo, di bello: il cambiamento che ci aspettava. Abbiamo cercato di non rivelarvi troppo, perchè ci teniamo al fatto che questa storia ve la gustiate da soli, pagina dopo pagina!


 

Il link rimanda alla pagina del prodotto su amazon a cui sono affiliata, se volete comprare i libri e sostenere noi ed il nostro blog sarebbe un ottimo metodo e vi ringraziamo in anticipo!

Vi ricordiamo che siamo anche qui: Tararabundidee su facebook e instagram ❤

Le due metà della luna, M. Rocchi – F. Carità.

Le due metà della luna è un fumetto di Marco Rocchi e Francesca Carità edito da Tunuè nella collana Tipitondi, specifica per bambini e ragazzi.

La storia si svolge a Croma, una grande città piena di gente che corre, di negozi, ma anche piena di lacrime. Eh già, perché Croma è una città senza sorriso, senza arte ed ispirazione. È una città triste e spenta, manca infatti l’elemento che da sempre ha ispirato gli artisti: la luna!

Come si può vivere in un mondo senza arte? Dove l’attività più frequente è quella di piangere a dirotto (e bisogna pure farlo in silenzio, altrimenti scappa la denuncia per disturbo alla quiete)? Nessuno si è accorto del motivo vero di questa dilagante tristezza, ma da quando la luna è scomparsa tutto è cambiato, manca perfino la bellezza, nessuno si ricorda più della gioia, dell’arte, siamo di fronte ad una città popolata da persone simili a zombie con i paraocchi: si muovono perché devono, ma non hanno più alcuno stimolo. Non facciamo di tutta l’erba un fascio però, la graziosa topolina Alba e il corvo Fosco cercheranno di cambiare le cose. In loro c’è ancora la scintilla, la voglia di fare e così tra corse, rivelazioni, lotte contro gli antipaticissimi gabbiani – poliziotti e contro il governo che sfrutta questa situazione di perenne mestizia in suo favore, faranno il possibile per rendere Croma la città che era un tempo.

I personaggi sono tutti antropomorfi e questo aiuta a rendere la lettura del fumetto adatta anche ai più piccoli pur trattando di un tema molto delicato. Il messaggio è infatti essenziale: l’arte non è fine a se stessa, ma serve all’umanità per educare, per vivere bene, per emozionare, perché il mondo ha bisogno dell’arte. Basta guardarsi intorno per capirlo, con le stragi, le guerre, la distruzione che dilaga c’è sempre bisogno di ricordarsi di quanto l’arte e la cultura possano aiutarci a vincere le brutture e l’ignoranza che ci circonda. Mettere questo fumetto anche in mano ai più piccoli può far scattare qualche scintilla di consapevolezza anche in loro. La stessa scintilla che possiede Alba, magari!

Il grande tema affrontato nel libro è corredato da dolcissimi disegni, le matite di Francesca Carità danno vita a personaggi fantastici e morbidi riuscendo comunque a trasmettere la malinconia di una città senza sorriso attraverso i colori opachi. I ricordi legati al passato di una ridente città, di artisti vivaci e allegri e della presenza della luna sono invece disegnati da Marco Rocchi creando così una netta differenza tra il presente e il passato. Tra i personaggi più belli c’è la cricca degli artisti amici del corvo Fosco, tra cui possiamo riconoscere i tratti distintivi di grandissimi pittori. Pur trattandosi di una tematica per cui c’è bisogno di riflessione, la narrazione ha un ritmo molto veloce reso anche grazie ad una vignettatura molto fitta, creando così un’atmosfera di grande azione che avvince.

Matthew (3).png

Crediamo sia una lettura necessaria, gli autori hanno trovato un ottimo equilibrio che ha permesso di parlare di un tema caldissimo come l’importanza dell’arte anche ai più piccoli, grazie ad una storia originalissima, piena di azione e di dolcezza (di cui non vi abbiamo svelato praticamente niente, perché è giusto che la scopriate da soli). A proposito di dolcezza! Ci siamo leggermente sciolti leggendo le dediche degli autori nell’ultima pagina, questo vi fa capire di fronte a quali tenere persone vi trovate. Speriamo quindi di leggere prestissimo un’altra loro produzione, perché siamo rimasti davvero contenti da questa lettura! Superconsigliata.

 


Il link rimanda alla pagina dei prodotti su amazon a cui sono affiliata, se volete comprare i libri e sostenere noi ed il nostro blog sarebbe un ottimo metodo e vi ringraziamo in anticipo!

Vi ricordiamo che siamo anche qui: Tararabundidee su facebook e instagram ❤

 

Book Tag: Principesse Disney!

Ciao carissimi, primo martedì del mese = book tag! Non è un segreto il fatto che amiamo la Disney ed i suoi personaggi, proprio per questo abbiamo scelto il seguente book tag che s’ispira alle principesse Disney! Come di consueto tutti siete invitati a partecipare e a farci sapere le vostre risposte!

Cominciamo:

1. Anna and Elsa – Un libro che coinvolga rapporti di parentela fratelli/sorelle:  Fiore di Neve e il ventaglio segreto di Lisa See, in realtà non coinvolge delle sorelle di sangue, ma due bambine, poi donne che sono legate da una particolare usanza cinese. È un libro che ho amato tantissimo, oltre che per la storia originale anche per il ritratto che la See riesce a dare della Cina feudale.

2. Raperonzolo – Un libro che ti ha fatto sentire emotiva:  Degli ultimi libri che ho letto, quello che sicuramente mi ha commosso di più è stato La ragazza delle arance di Jostein Gaarder edito da Longanesi. Un libro che parla di una lettera lasciata al figlioletto, dal papà che racconta il suo incontro e la sua storia con questa misteriosa ragazza delle arance.

3. Merida – Un libro con una guerriera donna:  Mille tempeste di Tony Sandoval edito da Tunuè. Si, non è una donna, non è neanche propriamente una guerriera la protagonista, ma Lisa deve comunque affrontare tanti pericoli in un altro mondo tra l’altro!

4. Tiana – Un libro che affronta problemi reali: belle.jpgAncóra di Hakan Gunday edito da Marcos y Marcos è il libro giusto: un viaggio insieme ai clandestini, la loro vita, i loro bisogni, le loro paure, tutte le brutture raccontate con gli occhi del protagonista Gaza.

5. Belle – Un libro classico villette Villette di Charlotte Bronte edito da Fazi Editore è un libro delicatissimo, che tratta della sventuratissima Lucy a tratti cupi e malinconici.

6. Pocahontas – Un libro con tema la natura, o scritto da un naturalista: In Vivi e vegeta di Francesco Savino e Stefano Simeoni prima webcomic, poi edito da Bao Publishing il protagonista è un cactus, tutti i personaggi sono fiori e vegetali, più naturale di così!

7. Jasmine – Un libro con il desiderio di libertà:  Uno dei libri che più mi ha colpito in assoluto è: Mille splendidi soli Miriam e Laila costrette ad una vita tremenda, schiacciate dal peso dell’essere donne, che hanno appunto l’unico desiderio di poter vivere una vita degna di essere vissuta.

8. La bella addormentata – Un libro che coinvolga il sonno: Ok, ok, il titolo è un po’ scontato ma è l’unico che ci è venuto in mente: Sonno di Murakami Haruki, che non parla di sonno, ma della sua assenza.

9. Ariel – Un libro che tratta di curiosità o apprendimento:  Il nostro Umberto Eco non poteva mancare e allora ecco che arriva il libro che ruota intorno alla curiosità, al voler sapere e alla conoscenza: Il nome della rosa.

10. Cenerentola – Un libro che tratta di lavoro manuale:  L’uomo bonsai di Fred Bernard edito da Tunuè ha come protagonista Amedee, un vasaio, che diventerà l’uomo bonsai grazie ad un seme.

mulan.jpg11. Mulan – Un libro con guerra o battaglie: È l’ultimo libro che ho letto, Gli anni di Annie Ernaux edito da L’orma editore. Spettacolare racconto della Seconda Guerra mondiale, con accenni anche alla guerra in Vietnam, ma soprattutto alle battaglie individuali per l’indipendenza, per il cambiamento.

12. Biancaneve – Un libro che tratti uno dei sette peccati capitali: Il peccato che ho preso in considerazione è l’ACCIDIA. Ed ho preso per questo, quella che secondo me è una delle più belle pagine della letteratura italiana. L’ascesa al monte Ventoso di Petrarca. Non è un libro, ma in questa lettera Petrarca riesce a dare a poche pagine un’intensità incredibile.

Bene carissimi lettori, speriamo che attraverso questo Tag vi abbiamo fatto conoscere qualche nuovo titolo, come già detto siete tutti invitati a partecipare! Siamo curiosi di scoprire i vostri titoli.

(Per le illustrazioni ringrazio sempre la cara Emma!!)


I link rimandano alla pagina dei prodotti su amazon a cui sono affiliata, se volete comprare i libri e sostenere noi ed il nostro blog sarebbe un ottimo metodo e vi ringraziamo in anticipo!

Vi ricordiamo che siamo anche qui: Tararabundidee su facebook e instagram ❤

 

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑