Sentinelle d’inverno è una graphic novel di Brian K. Vaughan (sceneggiatore di Saga e Paper Girls) e Steve Skroce, edito da Bao al prezzo di 19 euro.

È una storia ambientata nel futuro e parla di una guerra sanguinosissima, combattuta con armi all’avanguardia tra Canada e USA. I “buoni” sono i canadesi, di cui rimangono purtroppo solo pochi coraggiosissimi guerrieri che devono combattere contro una nazione intera, sono pochi ma non si arrendono, cercheranno di fare di tutto per portare in alto il nome della loro patria.

WhatsApp Image 2016-12-03 at 18.34.22.jpeg

La storia è incentrata sul gruppo canadese tra cui spicca la protagonista, una bellissima ragazza: Amber, che entrerà dopo nella squadra da cui deve farsi conoscere. Amber inizialmente dovrà scontrarsi con la diffidenza del resto del gruppo: si tratta di una guerra e qualsiasi essere vivente potrebbe rappresentare una minaccia, verrà per questo messa subito alla prova ma lei non appare mai impaurita o indecisa anzi, ad un certo punto della storia diventerà il leader del gruppo e riuscirà ad essere molto più di questo. Amber è il personaggio più caratterizzato, l’unico di cui venga raccontata la storia precedente alla guerra da cui si comprende la sua sete di vendetta, il suo coraggio barbaro: non ha paura di nulla perchè niente la tiene legata al mondo, è forte e pur essendo la più giovane del gruppo prende in mano le redini della situazione e sfida l’Americana. L’Americana è il capo degli USA, la cattiva vera, quella che tortura i prigionieri, che avrà con Amber un dialogo da cui si svelerà un suo particolare “segreto”. Il finale mi è piaciuto molto, vira in senso opposto a quello che ci si aspetterebbe dalle prime pagine del fumetto.

i support #earthhour (2).png

È un fumetto violentissimo ed estremamente splatter, alcuni disegni sono davvero molto forti e le immagini rimangono impresse, quindi per chi non ama il genere potrebbe essere un po’ fastidioso. La storia è molto bella anche se manca un po’ di approfondimento dei personaggi (cosa di cui ha detto anche a clacca piace leggere): il gruppo di guerrieri canadesi non è presentato, i personaggi non hanno una storia che secondo me era importante ai fini della resa narrativa, si parla infatti dei superstiti, che combattono pur sapendo di essere in minoranza e magari conoscere le loro storie poteva far capire il perchè, mentre noi sappiamo solo perchè Amber si trova in questa situazione. Nonostante questo Amber non è un personaggio che mi ha fatta impazzire: è troppo sicura, troppo combattiva per essere una ragazzina. Ho invece apprezzato molto quelle poche pennellate date al carattere del Capo e dell’Americana, entrambe donne forti, ma di cui vengono messi in luce dei segreti, delle debolezze e mi è piaciuto per quel poco che entra in scena Tommy, il fratello di Amber ha un non so che di rassicurante.

Per quanto riguarda i disegni sono meravigliosi, molte splash pages enfatizzano alcune scene particolarmente suggestive ed ho adorato la palette di colori perchè è fredda e con toni pastello, essendo una narrazione di guerra con contenuti molto violenti magari ci si aspetterebbero colori vivaci, invece no la crudeltà della guerra è stemperata dal candore della neve canadese e questo contrasto secondo me è vincente!

Fatemi sapere se lo avete letto, se v’interessa o lo avete sfogliato in libreria!


 

Il link rimanda alla pagina del prodotto su amazon a cui sono affiliata, se volete comprare il libro e sostenere noi ed il nostro blog sarebbe un ottimo metodo e vi ringraziamo in anticipo!

Vi ricordiamo che siamo anche qui: Tararabundidee su facebook ❤

Annunci