Siamo alla seconda parte della mia smisurata lista desideri dedicata ai romanzi, ancora non se ne vede la fine. Per le puntate precedenti vi rimando a: Wishlist saggi e Wishlist romanzi . Bene iniziamo:

Scherzetto di Domenico Starnone (Einaudi, 14,88): i protagonisti sono un nonno ed il suo nipotino, tra giochi, racconti, confronti dovranno passare insieme tre giorni. È il racconto di un legame familiare che non viene reso tanto spesso in letteratura, e che la critica ha apprezzato moltissimo.

Stivali di gomma svedesi di Mankell Henning (Marsilio, 9,99): rimasto per moltissimo tempo nella classifica dei libri più venduti in Italia, è un giallo, un thriller al cui centro abbiamo un paio di stivali entrambi calzanti il piede sinistro ed una serie di incendi.

Di cosa parliamo quando parliamo d’amore di Raymond Carver (Einaudi 8,25): il maestro del racconto ne raccoglie qui 17, profondi, reali, scritti in maniera magistrale.

Rosso Parigi di Maureen Gibbon (Einaudi, 15,50): il racconto dell’incontro e poi della tormentata storia d’amore tra Edouard Manet e Victorine Meurent, in una Parigi provocatoria e passionale, dove s’incontrano anche altri grandi artisti: Baudelaire, Renoire…

L’amore prima di noi di Paola Mastrocola (Einaudi 9,99): il racconto dell’amore, di come l’amore è stato interpretato secoli e secoli fa. L’autrice cerca di raccontare l’amore come lo concepivano i Greci, tra miti, incanti, divinità, quando tutto sembrava possibile.

Il corso dell’amore di Alain de Botton (Guanda 15,80): ancora un altro romanzo che si concentra sull’amore, senza raccontare la frizzantezza iniziale, il dolore di quando finisce, ma concentrandosi su tutte le sfaccettature intermedie, su cosa succede quando l’amore rimane, ma la passione va via, quando si sta insieme da tanto.

large.jpg

Il mio turno per il tè di Monica Dickens (Elliott 14,88): la protagonista è una giornalista, ma soprattutto una donna ed è su questo che verte il romanzo. La femminilità è messa in primo piano perchè è un problema per chi lavora in una redazione, per chi lavora con soli uomini e deve continuamente mettersi in discussione.

Kafka sulla spiaggia di Haruki Murakami (Einaudi 11,28): ancora più bello del libro dello stesso autore presente nella parte precedente, Norvegian Wood, mi è stato detto. I protagonisti sono un ragazzo ed un vecchio, entrambi fuggono, diretti nello stesso luogo. Le loro storie sono drammatiche, diverse ed alla fine s’intrecceranno.

La schiuma dei giorni di Boris Vian (MArcos y marcos 14,88): è una storia d’amore, particolare, tra due personaggi particolari, un solo difetto: la storia è fulminea in ogni senso.

Very Good Lives di J. K. Rowling (Brown and Company, pubblicato solo in inglese): pur essendo un saggio, l’ho collocato qui, è il discorso fatto dalla Rowling ai laureati di Harvard, è un saggio, ma è anche un racconto di vita, un discorso motivazionale ad affrontare la vita e le sue difficoltà.

La vedova Van Gogh di Camilo Sanchez (Marcos y marcos 13,60): la meravigliosa storia di Johanna, moglie di Theo Van Gogh, colei che fece conoscere il meraviglioso artista olandese al mondo.

Novella degli scacchi di Stefan Zweig (Einaudi 7,13): è un racconto, più che un romanzo e parla di una partita a scacchi, fatta da due uomini completamente diversi. È il libro galeotto dei protagonisti di Storie di un’attesa.

Sul mare. Racconti di sole e di vento A.A. V.V. (Lindau 11,90): tanti racconti, tante pagine meravigliose prese da autori grandissimi: D’annunzio, Capuana, LAwrence, Pirandello, tutti con una cosa in comune: il mare.

Le cose che restano di Jenny Offill (NN editore 14,45):  la storia parla di Grace, una bambina con dei genitori meravigliosi, faranno di tutto per far crescere la loro piccola in un ambiente stimolante, per educarla nel migliore dei modi, ma questo non basterà per nascondere le loro fragilità, i difetti che a poco a poco Grace dovrà affrontare.

Risposta multipla di Alejandro Zambra (Sur 10,20): un romanzo e insieme un esperimento letterario, ci sono storie che s’intrecciano, domande a cui rispondere, questionari, test e tanto altro, è una fiction non fiction, dove si chiede al lettore attenzione, prontezza per stare dietro ai mille stimoli che quest’opera riesce a dare.

Signori, con i romanzi per ora abbiamo finito, ma la wishlist è ancora lunga! Per quanto riguarda i romanzi, come noterete, oltre alla grandissima Einaudi, mi sto approcciando sempre di più alle case editrici indipendenti, che sfornano tantissimi libri interessantissimi, io aspetto i vostri consigli, suggerimenti e perchè no, sapere anche se la vostra wishlist si è ampliata con questi post!

Alla prossima!

Annunci