Una storia è una graphic novel di Gipi, edita da Coconino Press al prezzo di 18 euro (la trovate scontata al 25% con tutto il catalogo della Coconino)

gipi-unastoria-cover-def-e1382540783117

Una storia è il racconto di due storie, due storie che s’intrecciano, si intersecano: il protagonista è Silvano Landi, personaggio conosciuto che apparentemente non ha mai avuto problemi, invece, scavando a fondo vengono fuori tutte le sue debolezze: rapporti finiti male, il suo richiudersi in un mondo che gli altri non riescono a penetrare, l’impossibilità di parlare dei suoi desideri, delle cose che vuole ed allora entra in crisi, ha bisogno di riposo, ma questo non lo cambia. Lui nonostante tutto rimane una persona estremamente sensibile, come il suo antenato Mauro, un soldato che fa dell’amore per la sua famiglia, l’ancora a cui aggrapparsi quando tutto sembra perso, ma soprattutto la sua famiglia rappresenta il punto da raggiungere di nuovo e niente e nessuno potrà frapporsi a questo desiderio.

img-20161103-wa0001Una storia è una graphic novel delicata, sensibile, che mette a nudo le fragilità dell’uomo, facendolo con un linguaggio appropriato e molto poetico, le tavole sono molto diverse tra loro a seconda del momento che Gipi va a descrivere: bianco e nero e senza la griglia standard per raccontare della situazione di Silvano nel presente, colori molto caldi quando invece si tratta dei ricordi di Silvano, mentre quando racconta di Mauro e della guerra i colori diventano freddi e il paesaggio è ridotto al minimo. I paesaggi donatici da Gipi, per descrivere la Grande Guerra, comunicano crudeltà, dolore, infertilità c’è una predominanza di grigi che virano al bluastro e i paesaggi sono tutto cielo, cielo plumbeo e distese interminabili di terra umida e sterpi, uno in particolare: un albero secco, senza foglie che rimane lì, intatto, ospite e osservatore delle brutture della guerra.

È una graphic novel che mi ha commosso: Mi ha commosso l’amore spropositato e illimitato di Mauro per la moglie ed il piccolo Giuliano, mi ha commosso la situazione di Silvano e soprattutto la sua visione del mondo, della vecchiaia per esempio, della crisi, ma in particolare le pagine sulla nascita delle lacrime credo siano una delle più belle righe che io abbia mai letto.

 

Nell’attesa di leggere il suo nuovo capolavoro, ora che è anche scontato non avete più scuse. Lo consiglio a tutti, perché nel suo tremendo realismo è di una delicatezza sconcertate.

 

Annunci