Cerca

tararabundidee

"Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c'era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l'infinito. Perché la lettura è un'immortalità all'indietro."

Mese

aprile 2016

100 QUESTIONS: Let’s do this!

Per la nomina ringrazio londoner18 e vi consiglio di dargli uno sguardo 🙂

Ecco le regole:

Taggare minimo 5 blog,
Nominare nella presentazione dell’articolo il blog che vi ha taggato,
Commentare sotto l’articolo con il link delle vostre risposte,
Avvertire le persone taggate.

1. Qual è il tuo nome? Carla
2. Qual è il tuo soprannome?  Non ne ho!
3. Sei fidanzata? Non più 🙂
4. Segno zodiacale? Toro
5. Sei uomo o donna? Donna
6. Colore dei capelli? Castani scuro
8. Altezza? Arrivo per puro caso al metro e mezzo!
9. Vorresti cambiare il tuo nome? Assolutamente NO.
10. Hai animali domestici? No
11. Fumi? Qualche volta
12. Qual’è il tuo animale preferito? Idefix, il cane di Obelix ❤
13. Qual’è l’ultimo manga che hai letto? Non ne ho mai letti
14. Ultimo libro che hai letto? Dell’amore e gli altri demoni
15. Ultima cosa che hai bevuto? Acqua
16. Social network preferito? Facebook
17. La pagina web più visitata oggi? cacaoweb, per vedere i telefilm
18. Ultima canzone ascoltata? Stairway to Heaven
19. Ultima volta che hai pianto? Ieri, davanti ad un cartone
20. Hai mai frequentato due persone contemporaneamente? No
21. Sei stata mai tradito? Spero di no!
22. Hai mai baciato qualcuno e poi ti sei pentita? No.
23. Hai mai perso qualcuno di speciale? Sì.
24. Sei mai stata depressa? La domanda giusta è “sei mai stata NON depressa?”
25. Ti sei mai ubriacata e poi hai vomitato? No, neanche mai ubriacata senza vomitare.
26. Elenca tre colori che ti piacciono: Arancione, fucsia e rosso.
27. Quanti anni hai? 21
28. Sei nata a: Avellino!
29. Fatto nuove conoscenze? Sempre
30. Smesso di amare qualcuno? Io amo sempre, anche se non sono ricambiata il 98% delle volte.

31. Riso fino a piangere? Si per fortuna!
32. Incontrato qualcuno che ti ha cambiato la vita? Certo che sì
33. Capito chi sono i tuoi veri amici? Si!
34. Beccato qualcuno che stava parlando di te? Yess
35. Baciato qualcuno dell’altro sesso? No
36. Quante persone tra i tuoi amici di Facebook conosci realmente? La maggior parte
37. Con quante parli? Beh con qualcuno sì, dai
38. A che ora ti sei svegliata stamattina? Alle 10!
39. Che stavi facendo la notte scorsa? Passeggiavo con le mie amiche
40. Qual è la cosa per la quale non riesci ad aspettare per niente? Mangiare!
41. Qual è il modello del tuo cellulare? Nokia lumia 8??
42. Qual è la cosa che ti auguri di cambiare nella tua vita?  Mi basterebbe un lavoro redditizio
43. Che cosa stai ascoltando ora? Nulla
44. Per te è più importante la salute o il denaro? Senza l’uno non c’è l’altra.
45. Che cosa ti dà sui nervi in questo momento?  Le persone ignoranti che giudicano, anzi MI GIUDICANO.
46. Cioccolato bianco o nero?  Nero.
47. A latte o fondente? Fondente

48. Hai tatuaggi? No, per questo mi serve un lavoro redditizio.
49. Hai piercings? No
50. Hai una cotta per qualcuno? Io ho sempre una cotta per qualcuno, sappiatelo.
51. Prima migliore amica? Carmelina
52. Sei di destra o di sinistra? Sinistra

53. Hai cicatrici sul tuo corpo? Valgono le smagliature?
54. Il ricordo più bello legato alla tua infanzia? Il pane nel sugo della mia bisnonna.
55. La tua attuale migliore amica?  Il mio è un migliore amico, Emmanuele.
56. Primo sport a cui hai partecipato? Tiro con l’arco.
57. Primo animale domestico? Cane
58. Prima vacanza? Che io mi ricordi, Paestum.
59. Primo concerto? Caparezza
60. Prima cotta? Oddio… Tommaso mi sa, o Silvio… oh ho sempre cotte ve l’ho detto!!
61. Stai mangiando? Ora no, e non parlatemi di cibo che le analisi sono andate male!
62. Stai bevendo? No
63. Stai aspettando? Si che carichi il telefilm del momento
64. Quanti bambini vorresti avere? Tre!
65. Vuoi sposarti?  Ovviamente sì.

66. La tua donna ideale? Beyoncè
67. La carriera che hai in mente? Quella che sto cercando di fare, ma con più ritorno economico.
68. Labbra o occhi?  Occhi
69. Abbracci o baci? Abbracci
70. Alto o basso? Vicino a me che ci mettiamo? Na via di mezzo no!
71. Più giovane o più vecchio? Più vecchio, con i più giovani è finita xD
72. Romantico o spontaneo?  Romantico
73. Una bella pancia o belle braccia? Braccia
74. Sensibile o superficiale? Sensibile.
75. Storiella o relazione seria? Sempre seria.
76. Provocatore o indeciso? Provocatore
77. Hai mai baciato una persona che non conoscevi? No
78. Bevuto un liquore forte? sì
79. Perso gli occhiali o le lenti a contatto? No.
80. Fatto sesso al primo appuntamento? No
81. Spezzato il cuore di qualcuno? sì
82. Avuto il cuore spezzato? Pare che sia ancora intatto.
83. Pianto per la morte di qualcuno? Purtroppo sì
84. Avuto una cotta per una tua amica? No
85. Ti sei mai ubriacata? No
86. Sei mai stata arrestata? No.
87. In te prevale sentimento o ragione? Assolutamente la ragione.
88. Avuto una cotta per una persona del tuo stesso sesso? No
89. Avuto più di un ragazzo contemporaneamente? No.
90. Detto a qualcuno che lo ami e non era vero? No.
91. Credi in te stessa? No, specie quando vedo le strafighe e gli strafighi che non mi si fileranno mai!
92. Nei miracoli? No
93. Nell’amore a prima vista? Come faccio a non crederci? M’innamoro pure degli oggetti!
94. Nel paradiso? 

95. Nel vero amore? Si
96. Nel bacio al primo appuntamento? Si.
97. Negli angeli? No
98. C’è una persona che vorresti avere lì con te adesso? Si, ma devo scegliere tra la mia decina di cotte.
99. Credi di piacere a qualcuno? Non penso proprio!
100. Ti sei rotto di rispondere a queste domande? No, è stato molto carino!

 

Bieen nominoooo:

https://argentoblu.wordpress.com/

https://coccoontheroad.net/

https://archeocake.wordpress.com/

https://missmetal91.wordpress.com/

https://rocknbioblog.wordpress.com/

https://estetistatraimulini.wordpress.com/

https://thebibliophilegirl.com/

Viva chi balla!

Salve gente!

Volevo parlarvi di un’altra mia passione. Non vivo solo di telefilm e libri, già! Non posso abbandonarmi ai piaceri della tavola per problemi di salute e questo è stato un brutto colpo perchè sono davvero una ragazza super golosa. Devo fare però anche tanta, tanta attività fisica ed oltre alle grandi camminate posso coltivare una mia grande passione: la danza.

Domenica sono andata a sentire il concerto di una mia dolcissima e carissima amica e sono rimasta così sorpresa dal fatto che anche a Roma ci sono tanti, tanti ballerini: tutti del Sud Italia, che amano e ballano benissimo il popolare. Che piacere! Musica meravigliosa: tra Sud Italia e Bal Folk, gente fantastica, atmosfera calda, sorrisi, passi, balli nuovi.

12669688_10206321230885212_3426920241910938775_n

Io personalmente sono un’esperta della mia danza: la tarantella montemaranese, che sto portando in giro attraverso corsi e stage in tutta Italia, ma adoro tutte le danze popolari. A differenza degli altri tipi di danza (e ho studiato anche danza classica, latino americano e ballo il liscio amatoriale quindi non parlo da ignorante) la popolare crea il contatto, crea l’atmosfera: fa subito festa! Le danze popolari hanno un modo diverso di coinvolgere il ballerino, la musica è più concitata, allegra, ma ha una cadenza che aiuta anche i neofiti e poi: i ballerini di popolare sono molto umili, insegnano tranquillamente, non lanciano occhiatacce se sbagli un passo, cercano compagnia, cercano ballerini.

Dico sempre che il popolare in Italia costituisce una setta, si conoscono un po’ tutti almeno per sentito dire e sono sempre gli stessi ballerini/musicisti che girano di festival in festival, il bagaglio però non è mai lo stesso: arrivano nuovi balli italiani, riscoperti, arrivano nuovi balli dal resto dell’Europa e la difficoltà cresce e gli stage aumentano e il divertimento è sempre più grande.

Io sono una persona mooolto timida e per me danzare davanti agli altri costituisce sempre un problema, per me infatti è davvero difficile ballare una danza nuova di cui non conosco perfettamente i passi, per questo adoro andare alle feste stare tanto tanto tempo ad osservare e poi a casa ripassare tutto, pronta per la volta successiva. Questa cosa mi blocca abbastanza ed anche nella mia “attività di insegnamento” in cui per fortuna non sono da sola, crea un bel problema, però dopo un po’ mi sciolgo: sarà la musica, saranno i sorrisi, sarà il fatto che quando danzi ti liberi di tutto e non riesci a resistere al ritmo, saranno tante cose ma credo che tutti debbano provare almeno una volta nella loro vita a ballare le danze popolari. Sono una sfida: i passi sono complessi, le sequenze, seguire la musica. Sembrano tutti passi uguali, tutti saltelli e caciara, ma in realtà si cela sotto questa danza una grande ritualità, una grande differenza, tante sfumature. Soprattutto aiuta ad eliminare il male, è estremamente terapeutica: aiuta ad eliminare le tossine, vi fa dimagrire, aumenta il colesterolo buono. Insomma, non ci sono scuse per non farlo, ballate, ballate tutto quello che volete, ma scioglietevi!

“Viva cu balla!”

Per chi fosse di Palermo e dintorni, vi consiglio di vedere questo gruppo: Le Matrioske, sono bravissimi, divertenti, innovativi ed estremamente coinvolgenti! Vi lascio un loro pezzo 🙂

Nero, Le Matrioske

Sentitelo e ditemi se vi piace! Poi mi raccontate anche le vostre esperienze danzerine o se avete intenzione di farne!

 

War and Peace

Ho appena concluso questa serie Tv, un altro fantastico prodotto della BBC! Si articola in 6 episodi da un’ora, l’ultimo episodio è invece di 80 minuti. Secondo me è una delle migliori trasposizioni cinematografiche del romanzo di Tolstoj.
Le ambientazioni sono perfette, i costumi fanno cadere gli occhi dalle orbite. Un elemento molto sottolineato è la natura. Nella serie sono molte le scene in cui si fanno vedere prati, alberi, foreste, soprattutto connessi al personaggio di Andrei. Andrei è interpretato da James Norton, malinconico e desideroso di morire per porre fine alla sua vita noiosa. Ho trovato azzeccata la scelta dell’attore e nonostante la malinconia di fondo, le scene con la fantastica Natasha (Lily James) erano puro romanticismo. Natasha ricorda molto un’altra interpretazione di Lily James: Lady Rose di Downton Abbey: scherzosa, ribelle, rivoluzionaria, altruista, fino a che non si spegne con l’arrivo di Anatole Kuragin (Callum Turner) che mina il fidanzamento di Tasha e Andrei e disonora la fanciulla. Tasha cambia completamente: diventa malinconica, spenta, grigia e il tutto si riflette anche sulle luci delle scene e sui costumi, che diventano scuri.

p03f8zxs
Natasha e Andreij

Il romanzo, così come la serie sono senza dubbio corali, ma emerge tra tutti la figura di Pierre Bezukhov l’alter ego di Tolstoj interpretato nella serie da Paul Dano. L’interpretazione secondo me è stata la migliore della serie. Il personaggio è dilaniato dai dubbi, perplesso, nervoso e Paul riesce a dare il senso di tutto questo anche senza dire una parola. Meravigliose le scene in cui è prigioniero di guerra, senza parlare dei suoi tentativi per far tornare insieme Andrei e Tasha. Una persona dall’animo puro e gentilissimo, che mette la felicità degli altri prima della sua e questo carattere perplesso sì, ma poi buono e dolce si concretizza nelle caratteristiche fisiche dell’attore che (passatemi il termine) è un po’ pacioccone e trasmette bontà!

war_and_peace_new-large_trans++pVlberWd9EgFPZtcLiMQf98oAmGZYX8Vqbq2hlobTFc
Pierre Bezukhov

La guerra nella serie è sullo sfondo, mentre nel romanzo rappresenta uno dei temi principali. Le scene di guerra sono fatte molto bene e ho adorato il fatto che non c’erano sangue e violenza gratuiti. Era tutto ben studiato, poche scene davvero cruente, la maggior parte delle battaglie era celata dalla nebbia o dalla coltre di fumo dei cannoni: una visione adatta a tutti. Meravigliose le musiche. Tasha suona spesso il piano e canta, si tratta comunque di nobili famiglie quindi ci sono tanti balli ed eventi mondani e le musiche sono molto presenti, così come la danza. La freschezza di Tasha si vede proprio in una scena in cui balla in campagna dallo zio, senza mai aver sentito quella musica prima, si evince la passione e la voglia di divertirsi di questa dolce ragazza.

Le interpretazioni che mi sono più piaciute sono anche quelle di Denisov, un colonnello vicino alla famiglia Rostov, la contessa Bezukhova (Tuppance Middleton), moglie di Pierre stronza, ma stronza vera, dissoluta, spregevole, tremenda insomma e la dolcissima Mar’ja Bolkoskaya (Jessie

30015D0600000578-3393117-image-a-3_1452471594261
Pierre Bezukhov ed Helene Kuragina

Buckley), sorella di Andrei tormentata e dall’animo mistico, maltrattata e screditata in continuazione dall’odioso padre, sempre con le lacrime agli occhi, zitella perché bruttina, ma alla fine avrà il suo lieto fine (anche se sembra davvero senza speranza!).

L’ultima puntata non è per i deboli di cuori, perché le disgrazie si concentrano tutte lì. Piangerete molto, soprattutto alla fine, dove c’è un nuovo equilibrio ed un ben lieto fine.
È una serie che consiglio, è fatta molto bene, ma soprattutto rispecchia bene il romanzo!

Voto: 9

Happy Birthday Your Majesty: 90 (anni) e gli altri numeri di Elisabetta II

Bellissimo articolo su La Regina!

Gio. ✎

Novant’anni fa a Londra, al n° 17 di Bruton Street a Mayfair, nasceva con taglio cesareo Elizabeth Alexandra Mary, primogenita dei duchi di York e futura Elisabetta II. Da quel giorno è passato quasi un secolo.
Nessuno è scevro di difetti, compresa Sua Maestà. Su di lei se ne sono dette tante: che in gioventù sia stata una madre lontana e inaccessibile, che soffra da sempre di eccessiva avarizia e che in alcune occasioni sia stata addirittura senza cuore o troppo fredda.

Ma quanta classe, stile e altrettanta disciplina ci sono in questa donna che ha dedicato la vita al popolo e alla monarchia. «Io dichiaro davanti a voi tutti che tutta la mia vita, sia essa lunga o breve, sarà dedicata al vostro servizio e al servizio della nostra grande famiglia imperiale a cui tutti apparteniamo» recitava alla radio da Cape Town in occasione del suo ventunesimo compleanno durante la sua…

View original post 833 altre parole

Corto Maltese

CORTOMALTESERIVISTA046.jpg
Vi ho parlato della mia ricerca di cimeli tra le bancarelle, bene. Qualche tempo fa, al mercatino domenicale di Conca D’Oro ho trovato dei numeri del settimanale di Corto Maltese.
Non so se conoscete questo fumetto, io lo adoro. Sono letteralmente innamorata di Corto, un marinaio sempre immischiato in vari guai, contornato da fantastiche donne, misterioso, non si sa mai se sta dalla parte dei buoni o dei cattivi, affascinante, sagace, filosofico. Ogni sua battuta è un insegnamento. Il tratto di Hugo Pratt (che per me è il miglior fumettista di sempre) è inconfondibile, così minimalista, chiaro, bellissimo nella sua semplicità. Adoro le tavole in bianco e nero, quelle a colori le odio, le odio in generale mi piacciono solo in fumetti come Topolino. Il bianco e nero secondo me valorizza i tratti del fumetto e soprattutto in Corto Maltese sottolinea l’ambiente che è sempre misterioso e sfumato.

images

Tornando al settimanale, è uscito tra il 1983 ed il 1993 ed è uno dei prodotti più belli che siano mai usciti qui in Italia. Non solo fumetti, non solo fumetti di Corto. Ci sono tavole dei più importanti fumettisti italiani: Crepax, Manara, Altan, Pazienza ed internazionali come Moebius, Miller, Moore: un concentrato di storie e disegni bellissimi, ma anche articoli di viaggi, consigli di lettura e filmografia. Sono rimasta sorpresa dalla qualità di questa rivista. Una lettura piacevolissima. Una cosa davvero meravigliosa, perché non c’è più qualcosa di simile? Sarebbe fantastico se tutti i fumettisti si rimettessero a creare un prodotto del genere. Se avete l’opportunità di trovare un giro qualche copia, vi consiglio di prenderla! Io ho pagato 2€ a rivista e non è nulla di esagerato. Anche se non siete proprio amanti del fumetto ve la consiglio, perché non c’è solo quello e poi sinceramente, gli autori che si trovano su Corto Maltese sono dei veri artisti, non fumettisti da quattro soldi e ne vale sempre la pena conoscerli. Inoltre gli articoli fanno pensare moltissimo a come sono cambiate le cose in 40 anni! È un parallelo davvero fantastico.

images (1).jpg

Consigliatissimo! Per chi come me, è un grande appassionato di Corto Maltese vi ricordo che dal 29 aprile al 24 maggio c’è una mostra interamente dedicata ad Hugo Pratt ed il suo meraviglioso Corto, al MACRO a Roma. Io andrò a vederla sicuramente e ve ne scriverò anche!

Voi avete mai letto Corto Maltese? E quali sono i vostri fumetti preferiti?

LIEBSTER AWARD – TAG

Buonasera! Rispondo a questo bel tag a cui mi ha nominata ClaudiaVampireFlower che dovete seguire u__u

Le regole sono:

  • Lasciare un commento a questo post;
  • Seguire il blog che vi ha nominato e chiedere di seguirlo a chi nominerete;
  • Rispondere alle 11 domande formulate per voi, taggando chi vi ha nominato in modo che possa leggere le risposte;
  • Formulare 11 ulteriori domande a vostra scelta a cui dovranno rispondere i vostri nominati;
  • Nominate per rispondere 11 blog;
  • Inserire nel post il distintivo del Liebster Award.

liebster.png

  1.  Come ti immagini tra 10 anni? Beeeh allora, tra 10 anni, vediamo… In Svezia, in una villetta bianca, con due cagnolini e magari due bambini anche, a lavorare per qualche museo o come insegnante.
  2.  Se per un solo giorno potessi avere una giornata perfetta, cosa faresti? Mi sveglierei tardi, senza ansie ed andrei a fare colazione al bar con un cornetto gigante ed un soffice cappuccino! Poi un po’ di shopping perchè fa sempre bene e il pomeriggio a casa, con le amiche a spettegolare davanti ad una fumante tazza di tè e degli ottimi biscottini. Poi la sera dovrò comunque portare avanti le millemila serie tv che seguo, quindi davanti al computer con una pizza e in buona compagnia magari.
  3.  Descrivi la tua personalità con un colore! ARANCIONE! Sono sempre allegra e sorridente ed impenetrabile, anche quando tutto va male nessuno lo sa e questo può essere un difetto, ma almeno non intristisco tutto il resto del mondo!
  4.  Il posto più brutto che hai visitato? Mh… non mi viene in mente nulla, non sono mai stata in un posto tremendo mia sponte. Credo che il posto più tremendo in cui sono stata è una strada con delle recinzioni e l’erba altissima, in cui mi lasciò il 61 mentre cercavo di tornare a casa a Roma!
  5.  Il segreto per conquistarti! Essere galanti: niente parolacce, niente battute squallide, portarmi dei dolci e farmi la colazione!
  6.  L’ultima cosa imbarazzante che hai detto? Ho rivelato un sogno erotico all’amico dell’interessato. Un incubo.
  7.  Il tuo incubo peggiore? Si parla di incubi dunque, quello che davvero non riesco a sopportare e che faccio con ricorrenza è: cadere anzi precipitare in una cascata di foglie secche.
  8.  In cosa spenderesti tutti i tuoi risparmi? Vuoi dire in che cosa SPENDO tutti i miei risparmi? Libri, make-up e vestiti.
  9. Il tuo proverbio preferito? “Risse o pappolo vicino a’ noce: rammi o tiempo ca te spertoso”. (Disse il verme alla noce: dammi il tempo che ti buco.)
  10.  Il tuo mese preferito e perché! Assolutamente maggio! E’ il mese in cui sono nata, ma è un mese bellissimo giusto compromesso tra primavera ed estate, giusto compromesso tra fine dei corsi ed inizio della sessione estiva e poi… c’è la Fiera del Libro, il Maggio dei libri! Quale altro mese li ha?
  11.  Quante lingue parli?  Tre: Montemaranese, Italiano ed Inglese.

 

 

Ecco invece le mie 11 domande:

  1. Qual è il tuo libro preferito?
  2. Se avessi la possibilità di avere tanti soldi, ma li potresti spendere per una sola cosa, cosa compreresti?
  3. Quale personaggio saresti voluto essere?
  4. In quale epoca ti sarebbe piaciuto vivere e perchè?
  5. Qual è il tuo piatto preferito?
  6. Qual è la donna più bella del mondo per te?
  7. E l’uomo?
  8. Tè o caffè?
  9. Cosa ti ha spinto ad aprire un blog?
  10. Qual è la tua canzone preferita?
  11. Se potessi reincarnarti, cosa vorresti essere?

 

Ed ecco le nominations:

Vi ricordo di seguire ClaudiaVampireFlower

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑